Tutte le genti in questo periodo avvertono qualcosa; gli animi sono turbati, le persone si comportano in modo strano. Non vale solo perl’Italia, con il suo presente estremamente burrascoso, ma per tutto il mondo.

La tensione che ci accompagna in questi momenti non è generata dalla crisi economica o da altri fattori umani.

Anzi, le varie crisi economiche, politiche e sociali, insieme alla tensione che percepiamo sono ugualmente generate dal mutamento in atto. Un mutamento che non coinvolge solo questo pianeta ma molti e molti spazi che per noi è difficile percepire.

Ciò che gli scettici negano è in verità lampante per coloro che danno ascolto al proprio cuore. Non fatevi ingannare dallo scetticismo ne tentate di combatterlo: non vi è alcuno scopo in questo; alcuni eventi avvengono comunque, anche se nessuno crede in essi.

Non entrate in conflitto con chi ritiene che queste siano solo fandonie o leggende, giacchè il momento è realmente intenso; come l’acqua del fiume che porta i detriti ad accumularsi nelle anse, così le energie in moto portano le scorie ad accumularsi in quelle che sono le anse dell’anima; da qui tutta la difficoltà e l’attrito che ognuno di noi vive al suo interno in questi momenti bui.

Tanti avvertono la  difficoltà di fare, di concludere, come se mancasse qualcosa in loro, quasi che l’energia fosse venuta loro a mancare. Ed è così, ma solo in parte.

Per quanto mi è dato di percepire, si sta avvicinando sempre più un momento di purificazione al quale occorre non opporsi, poichè questo significherebbe solo sprecare le forze ancora in nostro possesso.

Quello che è possibile mettere in atto in un momento come questo attiene la sfera più intima di ciascuno di noi e significa mettersi in sintonia con energie più raffinate, con il cuore e con la mente, avvicinando il cuore che tutti i cuori contiene e da questo punto luminoso all’interno del petto semplicemente: pregare.

Pregare perchè dall’alto discenda una grazia che sollevi le sofferenze di questi anni e che risvegli gli animi sopiti, risolvendo un karma che sempre più si avvicina al suo compimento.

Non esistono formule, o meglio ne esistono tantissime: ogni popolo ha la sua lingua, ogni lingua ha le sue parole; quello che conta è che i cuori di coloro che sentono questo, siano volti tutti in un’unica direzione e vibrino tutti sulla stessa frequenza.

La preghiera viene ascoltata. L’energia in essa contenuta viene ritrasmessa ed utilizzata da quelle forze che a questo sono preposte. La preghiera che viene dal cuore è uguale per tutti, poichè i nostri cuori sono già uno.

Questo è l’invito che rivolgo a tutti.

Om Shanti

10 risposte a I Sussurri del Lama: in questo periodo occorre pregare

Rispondi

Mailing List