IL METODO ANTARATMAN

Si tratta di un sistema fondato da Francesco Franz Amato e Lama T. (l’anonimato è un desiderio del cofondatore), basato sulle esperienze e gli insegnamenti dei rispettivi Maestri. Il metodo prevede l’utilizzo approfondito di vari Pranayama (respirazioni), seguiti da una fase di uso del suono e dei Mantra per poi approdare ad una vera pratica di meditazione profonda.

La fase dedicata ai Pranayama è indispensabile per raggiungere un’entratura progressiva e una calma della mente, del corpo e delle emozioni, e prevede l’utilizzo di numerose tecniche di respirazione classicamente presenti nello Yoga tradizionale.

La fase successiva prevede l’apprendimento graduale delle tecniche di uso del suono della voce umana, dal Canto Armonico (Sigit, Koomei, Kargiraa) ai Bija Mantra e altre tecniche sonore, per arrivare, una volta padroni di questi sistemi, a produrre uno stato di forte concentrazione e interiorizzazione.

Nell’ultima fase, dedicata alla meditazione, vengono utilizzate diverse forme di visualizzazione e canalizzazione energetica per portare il praticante verso stati di meditazione sempre più profondi.